Profilo
Profilo
Foto
Mappa
Commenti
Inserzione correlati
  • Lasciamo da parte ricette esotiche o estremamente ricercate e festeggiamo il Capodanno con menu dedicato alla tradizione romana rispolverando piatti antichi della tavola delle feste, che portano con sé racconti e suggestioni e vogliono essere propiziatori per il nuovo anno. Così facendo teniamo anche sott’occhio la spesa con prodotti di stagione, freschi e provenienti dalla nostra regione. Il menu del primo dell’anno delle tavole romane è abbondante, ricco, conviviale e frizzante. La tradizione impone che si inizi con un leggero brodo di gallina, un antipasto all’italiana con prosciutto, salame, olive, carciofini, funghetti e sott’aceti vari, per passare ad un primo piatto di lasagne o di ravioli di carne o di ricotta. A volte i ravioli sono conditi con sugo di pomodoro e carne che viene servita in umido o fatta a fette con contorno di spinaci o carciofi alla romana e anticipata dalla gallina lessa accompagnata con un contorno di gobbi alla parmigiana. Si chiude il primo con un assaggio di lenticchie della sera precedente. Il secondo prevede l’abbacchio al forno con patate aromatizzate con aglio e rosmarino, insalata mista e formaggi vari. Il tutto si conclude con i dolci della tradizione romana quali il pangiallo ed il torrone romano. E poi frutta di stagione: mele, arance e mandarini. Unico strappo un grappolo d’uva che insieme alle lenticchie sono da sempre considerate ben auguranti. Infine mandorle, datteri e noci ed un brindisi con lo spumante. Noi proponiamo la ricetta dei ravioli con la ricotta secondo Ada Boni, che con lo loro semplicità, il gusto casalingo e genuino rispecchiano a pieno l’anima semplice e povera della cucina romana. La La ricotta romana di pecora, il prodotto più semplice della produzione casearia., oltre ad essere una dop riconosciuta, vanta una tradizione antichissima ed un gusto inconfondibile. Vi invitiamo ad utilizzarla come ripieno dei ravioli!

    La ricetta: Ravioli con la Ricotta
    Ingredienti
    Per la pasta:

    – 300 gr di farina
    – 2 uova
    – 1 guscio di acqua se occorre

    Per il ripieno:
    – 300 gr di ricotta romana di pecora
    – sale q.b.
    – 1 uovo
    – 1 cucchiaio abbondante di parmigiano

    Preparazione
    Fare la fontana con la farina, aggiungere le uova e farle assorbire poco a poco alla farina. Continuare a impastare fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Farlo riposare per un’ora circa. Mentre la pasta riposa, lavorare con una cucchiarella la ricotta per scioglierla bene. Aggiungere l’uovo, il parmigiano, il sale e mescolare bene il tutto con cura. Stendere la pasta e mettere con un cucchiaino da caffè, su una delle sfoglie, tanti monticelli di ricotta, disponendoli bene in fila ed alla distanza di un paio di dita uno dall’altro. Ricoprire ogni cosa con l’altra sfoglia, pigiando con le dita intorno ai monticelli di ricotta per far si che le due sfoglie si attacchino perfettamente. Con la lama di un coltello leggermente infarinata o un taglia pasta a rotella tagliare i ravioli che risulteranno come tanti quadratini di circa tre dita di lato. Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, farla bollire, e gettarvi dentro i ravioli, lasciandoli cuocere. Una volta scolati, versarli in una terrina e condirli con un po’ di sugo di pomodoro e carne o con burro e parmigiano. Se si condiranno con burro e parmigiano si potrà mettere il burro in un tegamino e farlo friggere di color biondo leggero. Ciò darà un maggior profumo ai ravioli. Coprire la terrina con un coperchio e prima di servire i ravioli, attendere qualche minuto affinché possano insaporirsi bene.

    Fonte: http://www.turismoroma.it

  • Nessuna voce trovata

    Spiacenti, non abbiamo trovato alcuna voce. Modifica i criteri di ricerca e riprova.

    Mappa Google non caricata

    Spiacente, impossibile caricare le API delle mappe Google.