Profilo
Profilo
Foto
Video
Mappa
Commenti
Inserzione correlati
  • Ufficio Turistico della Repubblica di Lituania
    c/o Aigo

    Gli auguri e il “cin” in lituano
    Cin cin: “I sveikas”
    Buon anno: “Linksmu Kaledu ir laimingu Nauju metu”

    Tradizioni
    In alcune regioni lituane il nuovo anno è conosciuto come “la piccola vigilia di natale” poichè le specialità culinarie che si gustano a capodanno sono simili a quelle della vigilia di Natale.
    L’usanza vuole che la gente rimanga alzata almeno fino alla mezzanotte, infatti si dice che se qualcuno dorme in momenti così importanti come l’arrivo del nuovo anno, vuol dire che sarà pigro per tutto l’anno.

    La situazione meteorologica ed altri eventi vengono vissuti come premonitori per l’anno che verrà. Per esempio, se nevica, significa che il tempo sarà cattivo durante tutto il nuovo anno; se il giorno è chiaro, la raccolta sarà buona; se gli alberi sono coperti di gelo, l’anno andrà bene, ma se c’è una nebbia spessa, vi sarà il rischio di un’epidemia. Così se fa molto freddo il primo giorno del nuovo anno, Pasqua sarà calda.

    Molte tradizioni della vigilia, mettono in gioco i sentimenti. L’ultimo mazzo di fiori che una ragazza riceve prima delle feste di Capodanno deve subire un trattamento particolare per portare fortuna nell’anno che sta arrivando. I fiori devono essere asciugati, schiacciati e messi da parte per poi venire bruciati il giorno della vigilia. Un pizzico delle ceneri saranno spruzzate in un vaso pieno di acqua e disposto sulla tavola coperta con un panno bianco e con due candele illuminate. La ragazza allora si siede ed esamina a lungo la parte inferiore del vetro con lo strato delle ceneri, attraverso di esso potrà vedere l’uomo che lei sposerà.

    Un’altra curiosità della vigilia riguarda una premonizione d’amore: una ragazza scrive dodici nomi maschili (i ragazzi faranno altrettanto con i nomi femminili) su dodici pezzi di carta (le dodici parti simbolizzano i mesi dell’anno) e lascia un tredicesimo spazio in bianco. Piega le carte e le dispone sotto il suo cuscino. La prima mattina dell’anno estrarrà un pezzo e lo leggerà. Sposerà colui che è indicato sulla carta, ma se prende il pezzo in bianco, sarà sola durante l’anno, e nessuno la amerà. Se la ragazza si sveglia durante la notte prima dell’alba, deve prendere il pezzo di carta ma senza accendere la luce per leggerlo. Deve disporlo vicino alla base del letto e leggerlo alla luce del giorno.

    Un’altra tradizione prevede che una ragazza, sola nella sua stanza, illumini dodici candele, si sieda davanti uno specchio e lo esamini. A mezzanotte vi scorgerà il suo futuro.

    Alcuni giochi vengono fatti da ragazzi e ragazze insieme. Ci si siede attorno ad un tavolo e si accende una candela. Un ragazzo o una ragazza domanda ai presenti se tra loro c’è qualcuno che lo ama e con attenzione spegne la candela. Se il fumo si dirigerà verso una persona, allora sarà quella che ha dichiarato il proprio amore, se il fumo salirà verso l’alto, nessun presente prova qualcosa nei confronti della persona che ha posto la domanda, ma se il fumo gira improvvisamente verso il basso, qualcuno nella stanza odia la persona che ha spento la candela.

  • Nessuna voce trovata

    Spiacenti, non abbiamo trovato alcuna voce. Modifica i criteri di ricerca e riprova.

    Mappa Google non caricata

    Spiacente, impossibile caricare le API delle mappe Google.