Profilo
Profilo
Foto
Mappa
Recensioni
Inserzione correlati
  • Ufficio Belga per il Turismo

     

    Il Belgio è una delle mete più vivaci in cui trascorrere le festività natalizie: dal Village de Noël di Liegi ai mercatini di Natale, ai presepi sparsi tra i borghi della Vallonia e delle Fiandre (Mechelen, Diest, Hasselt, Ypres, Anversa, Brugge, Gent, Lovanio, Ostenda, Turnhout), passando per la capitale, tutto il Paese è addobbato a festa.

    Il Natale in Belgio è ricco di tradizione e magiche usanze, prime tra tutte quella delle decorazioni dei famosi mercatini di Natale.
    Due sono i personaggi celebrati nel Natale belga, San Nicola e Pere Noel (Babbo Natale).

    San Nicola visita i bambini che appartengono alla regione della Vallonia, e questo avviene per ben due volte. La prima visita avviene il 4 dicembre quando San Nicola va alla ricerca di tutti i bambini che sono stati bravi distinguendoli da quelli che non lo sono stati; la seconda visita avviene il 6 dicembre: qui San Nicola ritorna per festeggiare i bambini buoni con regali e i bambini non buoni con dei ramoscelli, che in genere lascia nelle loro scarpine o nella porta d’ingresso.

    Il Babbo Natale (Pere Noel) visita invece i bambini di cultura e tradizione francese. La sua visita è sempre accompagnata da Pere Fouettard, un brutto, sinistro e barbuto personaggio. Anche qui la tradizione vuole che il Babbo Natale dispensi i doni ai bambini buoni mentre Pere Fouettard regali ramoscelli ai bambini cattivi.
    La tradizione vuole che le celebrazioni per San Nicola siano osservate anche con le messe religiose e il ritrovo in famiglia con grandi banchetti e dolci tradizionali.

    Nella regione delle Fiandre, i festeggiamenti prevedono sia le celebrazioni di San Nicola (che tuttavia non viene relazionato al Santo Natale) e il Natale cristiano.
    Alla vigilia del Natale belga (Kerstavond in fiammingo e Le réveillion de Noël nella Vallonia) il paese festeggia l’avvento con tradizioni tipiche regionali. Il pasto natalizio belga inizia con un aperitivo, seguito da un antipasto, in genere di mare, e dal tacchino. Il dessert è forse il piatto più atteso dell’intera giornata, il Kerststronk (in fiammingo) o Bûche de Noël (in francese). Si tratta in ambedue i casi (con minime varianti) di un dolce di pan di Spagna arrotolato al cioccolato, ripieno di una delicata crema e ricoperto con una crema di burro. Un altro tipico dolce natalizio è il ‘cougnoù anche chiamato ‘cougnollè una briosche di pane a forma di Gesù Bambino.

    Da non perdere: l’enorme albero decorato ed il presepe gigante della Grand Place di Bruxelles, il mercatino della capitale e la pista di pattinaggio sul ghiaccio di Place Sainte-Catherine; il Festival delle Sculture di Neve e Ghiaccio di Bruges; la cena di Natale presso il Castello di Gaasbeek; il Natale ad Anversa con le numerose cacce al tesoro per i bambini; i presepi di Hasselt; un giro in carrozza nella cittadina di Beerse illuminata dalle fiaccole; la Corrida di Capodanno a Lovanio per aspiranti artisti; la fiaccolata di Santo Stefano a Middelkerke; lo spettacolo di fuochi d’artificio a Mont des Arts, la notte di San Silvestro.

    E ancora, concerti jazz, folk e rock a Gent, ma anche vino e canzoni natalizie offerti durante escursioni in barca. Gli amanti della musica più classica e gospel, troveranno cori, danze ed orchestre filarmoniche in tutte le principali città.

  • Nessuna voce trovata

    Spiacenti, non abbiamo trovato alcuna voce. Modifica i criteri di ricerca e riprova.

    Mappa Google non caricata

    Spiacente, impossibile caricare le API delle mappe Google.

  • Lascia una Recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Valuta questo Attività (su tutti):
    • icona valutazione
    • icona valutazione
    • icona valutazione
    • icona valutazione
    • icona valutazione